vthumb
05
ago
Intervento della Presidente Ania, Maria Bianca Farina, al Centenario Sna: Gli agenti non saranno mai sostituiti da un device

Accolta con calore dalla platea, la Presidente dell’Ania Maria Bianca Farina è intervenuta alla celebrazione del Centenario Sna, a Rimini, il 18 ottobre scorso. La relazione ha toccato diversi aspetti della situazione normativa e di mercato, legati dal filo conduttore del ruolo centrale che gli agenti sono chiamati a svolgere oggi e nel futuro, così come lo sono stati nel passato. Non a caso la Presidente Farina, all’inizio del suo intervento, ha citato Victor Hugo: “L’avvenire è la porta, il passato è la chiave”.

Ania da sempre interlocutore di Sna L’accostamento Ania-Sna è una costante nella lunga vita della categoria e, riferendosi alla lunga lista dei momenti salienti di questi cento anni contenuta nella relazione del Presidente Sna Claudio Demozzi alle autorità presenti, la Farina ha affermato che “ciascuno dei risultati conseguiti da Sna ha sempre visto anche il coinvolgimento dell’Ania, come interlocutore delle istanze del comparto agenziale” e che “il binomio Ania-Sna ha contribuito alla crescita del settore e consolidamento del modello distributivo agenziale”.

La centralità dell'agente Riferendosi alla diversificazione dei canali distributivi, che le imprese considerano un’importante occasione di sviluppo per il settore assicurativo, la Farina ha ricordato che la professionalità e la capacità di ascolto e consulenziale degli agenti sono elementi imprescindibili in un mercato in cui il fulcro del business è la centralità del cliente. Emerge allora la necessità di rafforzare, attraverso la formazione condivisa la professionalità interdisciplinare, vero valore aggiunto dei servizi tailor made forniti ai clienti.

Nuovi settori da sviluppare Il riferimento esplicito è stato ai nuovi settori di business che presentano importanti opportunità di sviluppo, come quello del Cyber risk, ma anche ai più tradizionali, come quello dell’abitazione, dei rischi catastrofali e delle coperture sanitarie. In Italia il mercato non si sviluppa in modo adeguato in quanto manca nell’utenza la percezione del rischio. A questo proposito, la Farina richiama un impegno comune delle imprese e degli agenti, per cogliere le enormi opportunità esistenti ed invertire il trend. “Se c’è una chance di far capire ai clienti il valore delle assicurazioni, questa è nelle vostre mani”, ha affermato la Presidente dell’Ania, che ha proseguito “Siete voi a contatto con i clienti e potete concorrere a far si che la situazione cambi”.

Insieme contro le truffe on line Maria Bianca Farina ha parlato anche del fenomeno delle truffe on line, nato sulla scia delle nuove tendenze di acquisto, che ha visto, solo nell’anno in corso, l’individuazione di oltre cento siti internet irregolari da parte della Vigilanza. Anche qui la Farina ha richiamato la necessità di una stretta collaborazione con gli agenti per il migliore funzionamento dell’Osservatorio Antifrode, “per salvaguardare l’immagine del settore e di chi vi opera nel rispetto delle regole”.

L'agente è insostituibile Concludendo il suo intervento, nell’affermare che l’Agente non sarà mai sostituito da un device tecnologico ed auspicando un cammino futuro di successo, ancora una volta fianco, la Presidente Farina ha citato Steve Jobs: "Baratterei tutta la mia tecnologia per una serata con Socrate". Ai più attenti non è sfuggito che, riferendosi al tavolo di trattativa, la Presidente Farina abbia per la prima volta pronunciato le parole “Accordo Nazionale Agenti”, cosa che appare come interessante novità rispetto alla distanza dall’ANA che si percepiva nello scambio di documenti che ha preceduto l’apertura del tavolo di trattativa, quando ci si riferiva genericamente a un “quadro normativo” o “cornice normativa”, ma mai al rinnovo dell’Accordo Nazionale Agenti scaduto. L’intervento della Presidente dell’Ania è stato unanimemente apprezzato, nel clima positivo e fiducioso della celebrazione di un evento di straordinaria rilevanza per il Sindacato, seppure con la consapevolezza che permangono visioni differenti rispetto ad alcune posizioni espresse dall’Ania. La carenza di offerta di soluzioni assicurative in grado di rispondere efficacemente ai bisogni dei clienti nel settore della Cyber Risk, ma anche in quello della responsabilità civile professionale e delle assicurazioni sanitarie, sono da tempo sottolineate dal Sindacato, che non ha mai negato la disponibilità a dare il proprio contributo per il miglioramento della situazione. Gli agenti giocano un ruolo fondamentale di interfaccia tra le imprese e il mercato, come ha giustamente affermato in più passaggi la Presidente Farina, ma è evidente che per esprimere il meglio la filiera ha bisogno di essere opportunamente alimentata in termini di prodotti di qualità e, non secondariamente, di remunerazione adeguata. Anche la posizione del Sindacato rispetto al problema delle truffe sul web e della distribuzione on line di polizze complesse è differente da quella delle imprese. Ma queste sono altre storie ed oggi Sna è soddisfatto di aver accolto la Presidente dell’Ania alla celebrazione dei suoi primi cento anni di storia.

http://www.snachannel.it/

pronto

cerca

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

(ai sensi degli articoli 13 e 14 del Regolamento UE n. 679/2016)

In questa pagina si descrivono le modalità e le logiche del trattamento dei dati personali degli utenti (di seguito, anche gli “Utenti”) che consultano il sito  http://www.prontoagente.it/ (di seguito, anche il “Sito”) in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.

Il Sito di proprietà di GRUPPO AGENTI A.G.IT. -AGENTI GROUPAMA ITALIA-, fin dalla sua progettazione, intende garantire il rispetto dei principi sanciti dal Regolamento UE n. 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con particolare riguardo al trattamento dei dati personali nonché alla libera circolazione dei medesimi. 

La presente informativa è resa solo per il sito http://www.prontoagente.it/ e non anche per gli altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite link.

Identità e dati di contatto del Titolare del trattamento

Il Titolare del trattamento dei dati personali relativi agli utenti è GRUPPO AGENTI A.G.IT. -AGENTI GROUPAMA ITALIA, con sede legale in VIA BEETHOVEN, 63 ROMA (RM), e-mail: info@gruppoagit.com. PEC info@pecgruppoagit.com.

Finalita’ del trattamento e base giuridica

I dati personali saranno trattati in relazione ai servizi offerti dal Titolare attraverso il proprio sito, esclusivamente al fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta o per gli adempimenti previsti da norme di legge o di regolamento. Nell'ambito di tali finalità il trattamento riguarda anche i dati relativi alle iscrizioni/registrazioni al sito web necessari per la gestione dei rapporti con il Titolare, nonché per consentire un’efficace comunicazione e per adempiere ad eventuali obblighi di legge, regolamentari o contrattuali.

Luogo e modalità del trattamento

I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la sede del Titolare e sono curati solo da personale tecnico autorizzato del trattamento.

Specifiche misure tecniche e organizzative di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. I dati possono essere trattati esclusivamente da personale autorizzato  al trattamento, secondo i principi di correttezza, liceità, trasparenza, pertinenza e non eccedenza alle finalità di raccolta e di successivo trattamento.

Non è previsto l’uso di trattamenti automatizzati o processi decisionali automatizzati o volti a profilare il fruitore del Sito.

Eventuali destinatari e le eventuali categorie di destinatari dei dati personali

I dati personali possono essere comunicati per le finalità sopra specificate a soggetti che svolgono attività necessarie per l’erogazione dei servizi offerti dal Sito (a titolo esemplificativo, l’analisi del funzionamento del Sito medesimo) che tratteranno i dati in qualità di responsabili (art. 28 del Regolamento) e/o in qualità di autorizzati che agiscono sotto l’autorità del Titolare e del Responsabile (art. 29 del Regolamento) ovvero quali soggetti espressamente designati al trattamento dei dati nei termini previsti dal GDPR e dalla normativa nazionale di adeguamento alle disposizioni del GDPR come, per esempio, fornitori di servizi informatici e/o di archiviazione o di altri servizi di natura tecnico/organizzativa) oppure dipendenti e collaboratori cui si avvale il Titolare del trattamento. Le informazioni dell’utente potranno, inoltre, essere comunicate a terzi al fine di adempiere gli obblighi previsti dalla legge, dalla normativa europea o nazionale vigente e consentire la difesa in giudizio del Titolare del trattamento (per esempio nel caso di violazioni da parte di utenti della rete). 

I dati personali conferiti non saranno soggetti a diffusione.

Periodo di conservazione

I dati verranno conservati per un periodo di tempo non superiore al conseguimento delle finalità sopra indicate (“principio di limitazione della conservazione”, art.  5 del Regolamento UE n. 2016/679) o in base alle scadenze previste dalle norme di legge.

Trasferimento dei dati all’estero

I dati non vengono trasferiti a un paese terzo al di fuori della Unione Europea o ad Organizzazioni Internazionali.

Diritti dell'interessato

Ai sensi degli artt. 15 e ss. del Regolamento, l’interessato ha il diritto di chiedere al Titolare del trattamento:

-      l’accesso ai propri dati personali;

-      la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che lo riguardano;

-      l’opposizione al trattamento;

-      la portabilità dei dati nei termini di cui all’art. 20 cit.;

-      qualora il trattamento sia basato sull'articolo 6, paragrafo 1, lettera a), oppure sull'articolo 9, paragrafo 2, lettera a), cit. la revoca del consenso  in qualsiasi momento senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca.

Fatto salvo ogni altro ricorso amministrativo o giurisdizionale, l'interessato che ritenga che il trattamento che lo riguarda violi il GDPR ha il diritto di proporre reclamo a un’autorità di controllo, segnatamente nello Stato membro in cui risiede abitualmente, lavora oppure del luogo ove si è verificata la presunta violazione ai sensi dell’art. 77 cit. (l’autorità di controllo italiana è il Garante per la protezione dei dati personali).

Per esercitare i diritti di cui sopra l’interessato potrà rivolgersi al Titolare del trattamento dei dati personali  ai recapiti sopra indicati.

Aggiornamenti

La privacy policy di questo sito web è soggetta ad aggiornamenti; gli utenti sono pertanto invitati a verificarne periodicamente il contenuto

 

Please publish modules in offcanvas position.